07 Giu | Contemporary Art

ART-of-the-Treasure-Hunt-Wineries-2

“Art of the Treasure Hunt” mostra che si terrà dal 1° Luglio al 30 Ottobre 2016 in sette delle aziende vinicole leader del Chianti Classico:Fèlsina, Castello di Ama, Castello di Brolio, Colle Bereto, Gagliole, Borgo San Felice e Castello di Volpaia.

La mostra darà l’opportunità di esplorare ed esaminare l’impatto che l’arte contemporanea può avere se inserita in un ambiente non convenzionale. La prima ART of the Treasure Hunt nasce da un’idea di Luziah Hennessy. La mostra supporterà la fondazione Watermill di Robert Wilson con una cena e un’asta di beneficienza che si terrà nella suggestiva location di Fèlsina, i ricavati saranno destinati alla Fondazione Tommaso Bacciotti, al progetto “Mohino” del Campana Institute per una favela di Sao Paolo, e per la ricostruzione e sviluppo della Euro-Arab Initiative.

Le aziende vinicole coinvolte hanno un punteggio tra il 90 e il 98 su 100 da parte del Wine Spectator.

All’interno delle aziende, la posizione esatta delle opere nelle cantine è stata scelta con cura per sottolineare la forte combinazione tra l’ambiente e le opere. Il visitatore avrà la possibilità di valutare da sé l’impatto immediato delle opere nell’ambiente che lo circonda.

Il tema a Fèlsina sarà “Let There Be Light”, in italiano “Sia Fatta La Luce”. L’artista Americano Mark Handforth, rappresentato dalla Galleria Franco Noero, creerà una scultura apposita per l’esterno di Fèlsina. Nella cantina vecchia sarà installata una nuova opera di luce, “La Traviata” di Robert Wilson, prodotta da SLAMP e già presentata al Salone del Mobile Milanese del 2016, mentre il noto artista Portoghese Pedro Cabrita Reis, rappresentante il Portogallo alla Biennale di Venezia 2003 e in altre 5 edizioni, mostrerà una scultura di luce, “London Angle”, grazie alla Galleria Sprovieri.

Per info e prenotazioni: welcome@felsina.it o telefonare allo 0577 1523789